In cammino nel Parco Nazionale d’Abruzzo
25/31 luglio 2019


In cammino nel Parco Nazionale d’Abruzzo
Da Pescasseroli a San Vincenzo al Volturno
25/31 luglio 2019


Durata: 7 giorni / 6 notti


Contributo partecipazione: 920 € 


Punti di raccolta: Vicenza – Padova – Ferrara – Bologna – (altre località, chiedere)


Il cammino del Parco ricalca in parte il tratto iniziale del Regio Tratturo Pescasseroli – Candela per poi svalicare nella Valle del Volturno, versante molisano dell’area protetta, luogo in cui storia e tradizioni autentiche si apriranno agli occhi del visitatore con gli scavi archeologici di San Vincenzo al Volturno, insediamento monastico altomedievale tra i meglio conservati in Europa, le zampogne di Scapoli, i borghi arroccati e le storie del Monte Marrone in un contesto naturalistico di pregio all’interno dell’area protetta più antica d’Italia.


PROGRAMMA

25 luglio
Arrivo a Pescasseroli nel pomeriggio e sistemazione presso la struttura che ci ospiterà. Visita al borgo, cena e pernottamento.

26 luglio
Pescasseroli – Villetta Barrea
Partenza da Pescasseroli per la Riserva Integrale della Camosciara, nucleo originario dell’area protetta. Si traversa la Piana di Opi e la Val Fondillo, segnate dalle tracce del Regio Tratturo. Con breve transfer si raggiunge la Riserva Integrale della Camosciara, con le cascate delle Ninfe e Tre Cannelle. Pranzo libero al sacco. Raggiungeremo poi Villetta Barrea percorrendo un sentiero nel bosco. Sistemazione presso la struttura che ci ospiterà e cena.

Dislivello: m + 350 / – 450
Tempo di percorrenza: h 6
Distanza: km 15
Livello difficoltà: E (Escursionisti)

27 luglio
Villetta Barrea – Civitella Alfedena – Barrea
Da Villetta Barrea, dopo aver visitato il Museo della Transumanza ci si incammina su sentiero che in breve riconduce sul Tratturo per portarci nel caratteristico borgo di Civitella Alfedena e proseguire in direzione di Barrea attraverso la via delle sorgenti. Pranzo libero al sacco. Giunti nel borgo che si specchia nelle acque dell’omonimo lago, visiteremo il Museo della Civiltà Safina, la Sala dei Pipistrelli ed il Castello. Sistemazione presso la struttura che ci ospiterà. Cena libera.

Dislivello: m + 133 / – 60
Tempo di percorrenza: h 6
Distanza: km 10
Livello difficoltà: E (Escursionisti)

28 luglio
Barrea – Pizzone
Da Barrea si riprende il cammino lungo il tratturello che dal tratturo principale conduceva ai pascoli della Valle Lunga, Biscurri e Val Pagana per arrivare al Pianoro di Campitelli e subito dopo al Pianoro Le Forme dal quale è possibile aprire lo sguardo verso il Monte Meta e la catena delle Mainarde Molisane. Pranzo libero al sacco. Il precorso inizia a perdere quota e da 1450 metri, attraversando la Valle di Mezzo, si raggiunge il Borgo di Pizzone a quota 730 in circa 4 ore di cammino. Sistemazione presso la struttura che ci ospiterà; cena in piazza con piatti locali.

Dislivello: m + 596 / – 823
Tempo di percorrenza: h 8
Distanza: km 18
Livello difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)

29 luglio
Pizzone – Lago di Castel San Vincenzo – Area Archeologica di San Vincenzo al Volturno
Da Pizzone si torna sul percorso lasciato il giorno precedente per continuare il cammino verso sud est alla volta del lago di Castel San Vincenzo e successivamente agli scavi archeologici di San Vincenzo al Volturno, dove dopo la pausa pranzo ( Pranzo libero al sacco) si visiterà l’area di scavo e l’Abbazia Benedettina. Sistemazione presso la struttura che ci ospiterà e cena.

Dislivello: m + 247 / – 431
Tempo di percorrenza: h 6
Distanza: km 9
Livello difficoltà: E (Escursionisti)

30 luglio
Salita al Monte Marrone
Trasferimento in bus ai piedi del Monte Marrone e partenza escursione. Pranzo libero al sacco. Il Monte Marrone è una delle propaggini più meridionali della Catena delle Mainarde, interessantissimo sia per i boschi meravigliosi e fiabeschi che lo ammantano sia per la ricca fauna che vi abita: terra di orsi e camosci, lupi ed aquile. Personaggi singolari e romantici hanno abitato il monte: Domenico Coia detto “Centrillo” il brigante buono che si rifugiò nella grotta che ora porta il suo nome; Charles Moulin pittore francese che abbandonò Parigi per vivere da eremita sulla vetta del monte che con la sua luce magica ispirò decine dei suoi quadri. Importanti gli eventi storici di cui questi luoghi portano la memoria, come quelli accaduti nella primavera del 1944, che videro la nascita del Corpo Italiano di Liberazione e le conseguenti battaglie contro l’esercito tedesco attestato sulle alte vette delle Mainarde. Rientro per cena e pernotto.

Dislivello: m + 800 / – 800
Tempo di percorrenza: h 8
Distanza: km 9
Livello difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)

31 luglio
Rientro previsto in serata.


Comprende:

  • Pullman
  • Sistemazione in camere doppie e multiple con servizi
  • I pasti come da programma
  • Le visite guidate come da programma
  • Assicurazione medico bagaglio
  • Accompagnatore

Non comprende:

  • I pasti liberi
  • Le limitate camere singole
    (non possibile in tutte le strutture – suppl. € 10,00 a notte)
  • Eventuali ingressi a Musei
  • Le mance e gli extra in genere

Se non possibile l’abbinamento in doppia, supplemento singola a carico del partecipante.


MODULO PRE-ADESIONI E RICHIESTA INFORMAZIONI

Con la compilazione di questo modulo si dichiara a Metaitalia360 l'interesse a partecipare ad un tour ma NON costituisce una prenotazione vera e propria, la prenotazione avverrà in tempi e metodi che segnaleremo di volta in volta a seconda del tour prescelto.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Sono interessato a:(seleziona il tour a cui vuoi partecipare)

Il tuo messaggio

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo le condizioni espresse nella pagina d’informativa sulla privacy*


Organizzazione tecnica Canil Viaggi


Iscriviti a questo tour e avrai diritto ad uno sconto del 20%
su un acquisto presso Alpstation – Schio


Ti sei perso questo tour? Iscriviti alla nostra Newsletter, ti terremo aggiornato.


« | »