Incontri in cammino – Francesca Gallo

Come consuetudine i nostri tour sono occasione di grandi incontri. Questa volta con “TREVISO TRA CANTASTORIE E BOTTEGHE” 25/2/17,  l’incontro è stato davvero emozionante. Ci ha accompagnato lungo il suo Sile e ci ha deliziato di racconti veri, appassionati, presi proprio dal fiume, dal suo lungo lavoro di interviste e testimonianze dirette.

FRANCESCA GALLO

Francesca è stata anche definita “cantastorie, folk singer, ma da sempre è, “a voxe del Sil” ossia “la voce del Sile” per la sua passione e ricerca legata ai mestieri e alla gente del Sile, che ascolta e racconta da oltre metà della sua vita. Non le bastava ripescare e cantare le storie dei mestieri del Sile e della sua gente, così da settembre 2011 ha provato a bussare alle porte delle botteghe artigianali e dei negozi storici nel cuore della città per cominciare raccontare di ciascuno la storia. Per Francesca è stato un riprendere in mano il filo di una città conosciuta da bambina per provare a ricucirne il tessuto sociale.

Racconta le storie di bottega: gli artigiani che producono o aggiustano qualcosa; i commercianti indipendenti che decidono cosa tenere e conoscono i loro clienti per nome. A differenza delle grandi catene il valore aggiunto sta nella ricchezza dei rapporti umani. Bisogna quindi ritornare a vivere la città, quella vera.

Francesca Gallo è l’unica donna in Italia in grado di costruire per intero fisarmoniche e strumenti ad ancia libera, a cominciare dalla scelta del legno dell’albero fino alla messa a punto della melodia. In Italia ci sono molti marchi di produzione, ma nella maggior parte dei casi a costruire strumenti sono gruppi di artigiani specializzati ognuno nella produzione di singole parti. Ha iniziato fin da bambina ad appassionarsi a questa attività artigianale, nella bottega di papà Luciano, uno dei pochi artigiani costruttori di fisarmoniche in Italia.  Fare l’artigiano è un modo di essere più che un lavoro, ti educa ad apprezzare le cose semplici.


«